Scienza e Spiritualità

  Un concetto fondamentale, studiato fin dall’antichità, è rappresentato dall’ analogia tra ‘Macrocosmo e Microcosmo’. In ambito ermetico ed esoterico questi due elementi designano due entità di cui l’una è riproduzione in scala dell’altra e che per la loro somiglianza formano un insieme indivisibile. In ambito filosofico il tipo di relazione intercorrente tra l’Uno (macrocosmo) e i molti (microcosmi) è una identità assoluta dove il Macrocosmo contiene il tutto ed il Microcosmo contiene in piccolo il tutto.

Voglio riprendere qui un interessante estratto degli studi di Plotino uno dei più importanti filosofi greci ed erede di Platone:

«Risulta che ogni essere che si trova nell’universo, a seconda della sua natura e costituzione, contribuisce alla formazione dell’universo col suo agire e con il suo patire, nella stessa maniera in cui ciascuna parte del singolo animale, in ragione della sua naturale costituzione, coopera con l’organismo nel suo intero, rendendo quel servizio che compete al suo ruolo e alla sua funzione. Ogni parte, inoltre, dà del suo e riceve dalle altre, per quanto la sua natura recettiva lo consenta.»        (Plotino, Enneadi, IV, 4, 45)   

Plotino riprese inoltre la nozione di Anima del mondo dal Timeo platonico, affermando che «questo universo è un animale unico che contiene in sé tutti gli animali, avendo una sola Anima in tutte le sue parti». Plotino si fa portatore di una visione circolare, in base alla quale l’Anima universale, nata dall’emanazione delle precedenti ipostasi (Una e Intelletto), emana l’anima individuale umana che ha la possibilità del ritorno. Si tratta di un ciclo che dalla processione risale alla contemplazione; dalla necessità alla libertà: sono due poli complementari, i due aspetti di una sola realtà. I molti sono un riflesso dell’Uno, «poiché ognuno di essi contiene tutto in sé, e al tempo stesso vede tutto in ogni altro, cosicché ovunque è tutto, e ogni cosa è tutto». La corrispondenza tra macrocosmo e microcosmo è data dal fatto che il mondo non è stato creato volontariamente da un Dio esterno ad esso per un fine, bensì «esiste necessariamente da un essere superiore che genera per natura un essere simile a sé stesso».

Attraverso la Fisica Moderna, ‘la Scienza e la Spiritualità’ sono di nuovo unite in quanto si tratta di una riscoperta di una conoscenza e di un approccio scientifico, già apparsi sulla Terra migliaia di anni fa. Le intuizioni sono contenute negli ‘antichi Veda‘ (7000 a.C), una raccolta in sanscrito vedico di testi sacri dei popoli Arii che invasero l’India settentrionale e che costituirono la base e la successiva nascita dell’Induismo. Si tratta ora di recuperarle, epurarle, aggiornarle ma soprattutto, di collegarle a un aspetto fondamentale, che riguarda tutti noi, ovvero il senso dell’evoluzione della razza umana sulla Terra.

Una importante scoperta fatta nel 1945 nell’alto Egitto, sull’Isola Elefantina vicino Assuan, ha riportato alla luce i ‘Codici di Nag Hammadi’ risalenti al III e IV secolo e nascosti nella sabbia per non essere distrutti. In questi manoscritti sono riportati nuovi Vangeli che descrivono un Cristianesimo delle origini ben diverso da quello attuale. Nella conferenza di presentazione del libro ‘Lo gnostico Paolo’ di Elaine Pagels, Andrea Bertolini, studioso delle tradizioni spirituali, descrive come il Cristianesimo di oggi, a differenza di tutte le altre religioni, non contempli anche un aspetto spirituale ed una ricerca interiore. In questo video si parla di San Paolo, della sua conversione e delle analogie con gli insegnamenti del maestro spirituale armeno ‘Georges Ivanovic Gurdjieff’.

Nel video di presentazione del libro ‘Viaggio nella gnosi’, Andrea Bertolini descrive come la Chiesa delle origini era una scuola spirituale strutturata attorno ad un nucleo esoterico ed iniziatico e come nel corso di circa tre secoli, soprattutto dopo il ’Concilio di Nicea’ del 325 si sia imposta politicamente quella che poi è divenuta la Chiesa ufficiale, dalla quale furono escluse tutte le altre scuole cristiane considerate eretiche. Si potrà comprendere che cosa sia la gnosi, quale ruolo abbia svolto nella storia della spiritualità occidentale e come essa non è un’antica eresia sepolta nei secoli, ma una tradizione viva propagatasi in forme nascoste fino ai nostri giorni. Una ulteriore analisi della storiografia religiosa diffusasi tra Egitto e Grecia nei primi secoli dopo Cristo, di come la Gnosi e il Neoplatonismo abbiano successivamente influenzato grandi artisti come Dante, Leonardo e Botticelli possono essere comprese nel video seguente ‘Gnosi e Neoplatonismo‘.     

Un video interessante di Pier Giorgio Caselli che riguarda la ‘Nascita della Fisica Quantistica’, dall’Antica Grecia al primo modello atomico quantistico di Niels Bohr. Dalle meravigliose intuizioni di Leucippo e Democrito a quelle di grandi Nobel per la fisica come Thomson, Rutherford e Bohr. La prima Quantizzazione: le orbite stazionarie e l’incredibile salto quantico tra i diversi livelli energetici dell’atomo. Il comportamento degli elettroni che anche i fisici stentavano a credere possibile.

Un video interessante ‘Tutto è Uno nell’Ologramma Cosmico: Fisica e Coscienza’ collega la scienza moderna agli antichi insegnamenti spirituali, toccando il legame tra la teoria dell’Universo olografico, sviluppata e resa nota dal fisico David Bohm e gli insegnamenti di Gesù. E’ possibile che questa unità di tutto, questo link di ogni cosa con tutte le altre, sia alla base degli straordinari insegnamenti di Gesù? Può questa nuova comprensione scientifica aiutarci a comprendere gli aspetti più esoterici e sottili delle parole e delle gesta contenute nei Vangeli? Potrebbe anche aiutarci a conoscere più a fondo la nostra vera natura, chi veramente siamo, e il potere insito in ognuno di noi? Riprendendo i contenuti della prima parte del video precedente relativamente all’esperimento eseguito a Beirut si può fare riferimento al link seguente ‘I campi morfici e la coscienza collettiva‘ che spiega inoltre l’effetto Maharishi. 

Il video di Pier Giorgio Caselli riguardante ‘la Fisica Quantistica e gli insegnamenti del Buddha’ riguarda il Principio di Indeterminazione che segna una rivoluzione nella Scienza: la realtà non è totalmente ed esattamente Conoscibile. E’ una legge di natura, non un semplice limite imposto dalla strumentazione. Con la sua scoperta la Fisica deve liberarsi dall’idea (cara alla fisica classica) che tutto sia precisamente determinabile e spiegabile. Gli antichi insegnamenti esoterici del Buddha e della ‘Nube della Non Conoscenza’ indicano che la realtà ultima è essenzialmente non conoscibile, e la necessità di andare oltre ‘il voler capire tutto’ della mente razionale per giungere all’Illuminazione, giungere al Dio Inconoscibile ed Inafferrabile dalla logica. 

Nel 1944 lo scienziato Max Planck ha sbalordito il mondo affermando che tutte le cose che vediamo sono energia pura e anche noi lo siamo. Egli ha affermato che la ‘Matrice di Planck o Matrix Divina’ ha origine dalle stelle, dal DNA e da tutto ciò che esiste. Viviamo in un Universo pieno di vibrazioni ed il nostro corpo è costituito da queste vibrazioni di energia che emaniamo costantemente. Gli esperimenti scientifici hanno dimostrato che il nostro DNA cambia con la frequenza prodotta dai nostri sentimenti ed emozioni ovvero vibrazioni e che le frequenze più alte di energia generate sono quelle dell’Amore. Questo ha un significato profondo e noi abbiamo molto più potere di quanto possiamo immaginare. Tutto questo è confermato dai ‘manoscritti di Qumrân o del Mar Morto’ (codice isaia – 1946) attribuiti al profeta Isaia che sembra siano stati scritti più di 2000 anni fa. Uno dei testi del manoscritto descrive tutto ciò che la scienza quantistica ha cominciato a capire solo pochi anni fà, vale a dire l’esistenza di molti futuri possibili. Questi testi contengono le istruzioni per un modello di preghiera perduta a cui la scienza quantistica ha attribuito il potere di curare il corpo, portare ad una pace duratura e prevenire le tragedie climatiche.

L’aura umana è un campo elettromagnetico creato dalle piccolissime correnti elettriche che circolano nel nostro sistema nervoso. Queste correnti dipendono dai nostri pensieri, dalle nostre emozioni e dal nostro stato interiore. E’ una proiezione sottile di quello che abbiamo nelle nostre interiorità, invisibile alla normale percezione, che circonda e anima tutti gli esseri viventi (persone, animali e piante) come una sorta di bozzolo o alone, capace di riflettere l’anima dell’individuo cui tale aura appartiene, e di sopravvivere al decadimento della sua vita biologica. Visualizzare il campo energetico dell’aura è possibile da qualche decennio, grazie alla ‘fotografia Kirlian‘, una particolare tecnica fotografica che permette di fotografare il campo elettromagnetico intorno alla persona. Da menzionare inoltre ‘i Chakra‘ ovvero i centri di energia cerebrospinale che vengono attivati durante la meditazione yoga.  

Una interessante presentazione della Dott.sa Maristella Fantini sulla misteriosa ‘ghiandola pineale‘ che spesso viene raffigurata come il terzo occhio della mente e che permette di scrutare oltre la realtà e attivare le proprietà extrasensoriali, un radar che mette a contatto il corpo fisico con l’Universo. Un altro articolo molto interessante spiega ‘come funziona la ghiandola pineale‘ da un punto di vista biologico, la produzione della molecola DMT (dimetiltriptamina) che crea un ponte tra il corpo fisico e il mondo spirituale. Da non perdere il simpatico video con la spiegazione della ghiandola pineale del guru Giorgio Cerquetti in fondo alla pagina. I saggi orientali attraverso le pratiche di meditazione riescono a risvegliare ‘il Terzo Occhio‘ per riprendere il contatto con la vera realtà che porta alla consapevolezza superiore.  

Il nostro potere deriva dall’energia (elettrica e magnetica) che viene sviluppata dal nostro cuore e che permette di interagire con la ‘matrix divina’ per poter influenzare la realtà. Questa affermazione trova riscontro da esperimenti eseguiti negli ultimi anni grazie alle nuove tecnologie. Scienziati vissuti all’inizio del XX secolo come Nicola Tesla lo avevano già intuito ma anche i testi sacri di oltre 6000 anni fà, trovati all’interno delle biblioteche copte o nei monasteri tibetani, già parlavano di questo potere. Solo ora, attraverso le nuove ricerche scientifiche riusciamo a comprendere e decifrare il significato di queste profonde rivelazioni.

La verità alberga nel cuore di ognuno di noi e questa non è una semplice affermazione, ma diviene strada maestra per entrare negli ineffabili misteri di ciò che ci circonda per cogliere quei segreti capaci di condurci sulla strada della Consapevolezza partendo dal silente dialogo tra ‘Scienza e Coscienza. In questo video la Dr.ssa Carmen Di Muro fornisce ulteriori conferme dell’ interazione tra la Scienza e la Spiritualità che è in noi. Altro interessante dialogo ‘Si può essere sani e felici?‘ riguarda l’interazione dei fenomeni della Fisica Quantistica con le nostre essenze profonde per raggiungere stati di benessere e felicità. Una intervista al Dott. Claudio Pagliara ne ‘la consapevolezza di sè e del proprio straordinario potere‘ illustra i benefici della medicina olistica che interagisce con lo spirito interiore amplificando i poteri di guarigione.  

Gli affascinanti esperimenti del Prof. Masaru Emoto sull’acqua e sulle sue straordinarie proprietà sono descritte nel video ‘la memoria dell’acqua‘. Dopo anni di studi ed esperimenti il Prof. Emoto ha scoperto come l’acqua possiede una propria memoria e come questa si modifica attraverso le vibrazioni ed i sentimenti a cui è sottoposta. Il fatto che noi siamo composti per il 97% di acqua ci fa riflettere su come le energie e le vibrazioni dell’Universo ci possono condizionare e modellare nel nostro subconscio.  

L’esperimento di ‘Entanglement’ è un effetto straordinario e misterioso scoperto dopo il 1930 e a cui lavorò anche Einstein che avvicina la fisica moderna o meglio la meccanica quantistica agli antichi insegnamenti delle religioni. Per ‘‘Entanglement Quantistico‘ si intende la capacità per le singole particelle di rimanere intimamente connesse anche se separate da lunghe distanze. Gli antichi veda affermano che noi siamo un tutt’uno con l’Universo che ci circonda e lo spazio e il tempo sono solo un’illusione.

Un articolo molto interessante ‘Coscienza, anima e fisica quantistica’ mette a fuoco la nuova teoria di ‘neurodinamica quantistica’ di due scienziati Stuart Hameroff e Roger Penrose, i quali partendo dalla visione del nostro cervello come di un computer biologico, sostengono che la nostra esperienza di coscienza sia il risultato di vibrazioni quantiche che avvengono nei microtubuli. L’anima di ognuno di noi è perciò molto più che il prodotto della semplice interazione dei neuroni nel cervello, ma è della stessa composizione vibrazionale dell’Universo. Un video illuminante di Alberto Lori ‘L’anima esiste‘ descrive molto bene l’effetto dell’entanglement nei fotoni e nei microtubili del cervello. Secondo Hameroff e Penrose la coscienza è vista come un programma che agisce sulle strutture quantistiche del cervello e dopo la morte porta con se le informazioni per fondersi con l’energia dell’Universo. Altro filmato interessante ‘la Mente di Dio‘ di Massimo Teodorani descrive i nuovi esperimenti sull’ entaglement e cerca di dare spiegazioni sui fenomeni delle sfere di luce.   

Il video ‘Come la fisica quantistica spiega il risveglio di coscienza‘ è una presentazione di Giovanni Vota, ingegnere elettronico ex dirigente di società quali IBM e SUN Microsystems, che attualmente dirige lo ‘Spirtual Quantum Coaching’, una organizzazione per lo sviluppo di tecniche energetico-spirituali  coerenti con le antichissime tecniche spirituali. In questo video viene spiegato cos’è la realtà, cos’è la vita e l’evoluzione dell’Universo, viene spiegata la differenza tra bit classico e bit quantistico e come tutto questo contribuisce alla nostra crescita e risveglio spirituale. Nei concetti espressi emerge come sia importante ‘la sezione aurea‘, come questa proporzione tra elementi geometrici sia la base del creato e del gusto estetico. Le convinzioni di questo studioso si legano all’intuizione di Nassim Haramein un fisico teorico americano conosciuto per la sua ‘Teoria del Tutto’ basata sull’esistenza di un Universo infinito, a forma di toroide in cui ogni cosa sarebbe interconnessa, compresi gli esseri umani. Haramein ha cercato di coniugare le due teorie fondamentali della fisica classica e moderna ovvero l’obiettivo di unificare la Fisica Relativistica di  Einstein con la Fisica Quantistica di Planck. Un video molto accattivante ‘Universo Olo-frattale – La rete della vita‘ spiega i segreti dell’Universo attraverso una nuova concezione dettata dalle nuove scoperte scientifiche ovvero l’Universo olografico insieme alle geometrie dei ‘frattali’ e come questi ultimi siano la base di tante conformazioni che si possono trovare in natura.

Una interessante intervista al Prof. Vittorio Marchi al Convegno ‘L’uomo creatore della propria realtà‘ del 2008 dove spiega come l’osservato coincide con l’osservatore. Il passaggio dal dualismo all’unità ovvero il cambiamento dal ‘Mors tua, vita mea‘ al ‘Tutti per uno, uno per tutti‘ dove il Tutto alberga già in noi. Il Tutto è pensiero ovvero una energia vibrante della psiche. L’amore è la Coscienza, un campo energetico vibrazionale che risiede ovunque. La fisica quantistica abitua alla visione unitaria dove tutti lavorano per l’uno come tutte le cellule lavorano per sè ma soprattutto per l’uno. Dobbiamo potenziare il nostro pensiero con la consapevolezza che non esiste nessun limite alle nostre capacità. 

Un articolo eccezionale denominato ‘Fisica quantistica e coscienza: tra scienza e spiritualità‘ di Simone Coglitore sintetizza in maniera estremamente precisa e straordinaria ciò che ho descritto nelle mie precedenti argomentazioni. Un altro video inoltre, risulta essere il suggello a tanto lavoro: un film documentario di Thomas Torelli del 2017 denominato ‘Un altro mondo‘. In questo film sono sintetizzati in maniera molto emozionale tutti i vari concetti e aspetti filosofici di quanto riportato precedentemente nei vari articoli. Pertanto, prima della visione di questo filmato, si suggerisce ai visitatori del sito di seguire ed approfondire prima, nella sequenza logica come riportato nelle varie pagine, i vari argomenti trattati. Concludendo, si può affermare che la notevole indagine di ricerca sui temi proposti ha fornito esaurienti risposte ai molti quesiti iniziali portando al raggiungimento di una profonda Coscienza consapevole.

La strada che porta alla Verità assoluta è ancora lunga, ma attraverso le nuove tecnologie, le nuove scoperte scientifiche ed una emergente Consapevolezza collettiva saremo presto in grado di capire meglio le nostre entità e i misteri dell’ Universo. Questa realizzazione vuole essere un messaggio di speranza per tutti i popoli della Terra ed un contributo  che conduca verso un mondo migliore dove possa finalmente regnare tanta pace, amore e armonia.       

  

IMPORTANTE: in queste pagine (come per le altre del sito) dove compare una frase scritta di colore blu esiste un collegamento esterno che permette di approfondire i vari temi proposti (basta posizionarsi con il cursore e pigiare con il tasto sinistro del mouse). Si raccomanda caldamente la visione di questi video o letture perché integrano quanto trattato negli articoli. Si ringrazia della visione e molto graditi saranno i vostri commenti sull’argomento.    

Prosegui la lettura nel prossimo capitolo:  Frasi di saggezza